Spingere la vendita di prodotti agricoli, e parlo soprattutto di frutta e verdura in questo caso, non è una cosa semplice per una serie di motivi e in questo articolo ti indicherò quelle che sono le 3 principali problematiche in questo settore.

Di tecniche di vendita, trucchi di marketing ne è pieno il mondo ed anche il web. Se cerchi su Google la frase “Tecniche di vendita” ti verrà fuori una serie infinita di siti dove troverai le più disparate informazioni, ma fino ad oggi nessuno mai, a parte me, ha approfondito questo tema nello specifico. Ora non so se nel mondo qualcun’altro l’ha fatto, ma ti assicuro che sono il primo in Italia a parlare di questo argomento e lo faccio a ragion veduta perché, oltre ad essere il primo ed unico agricoach in Italia, sono 15 anni che studio marketing e comunicazione e riporto le mie conoscenze a questo settore che risulta essere molto più difficile di altri.

In generale la situazione in Italia è questa, si spende sempre meno per comprare cibo e sempre di più, spesso anche a rate, per comprare telefonini e macchinoni…anche quando non hai molti soldi a disposizione. E’ abbastanza comprensibile capire che generalmente ci si senta più fighi con l’ultimo modello di Mercedes o con l’ultimo iPhone che con un mazzo di cime di rape pieno di cime. Non trovi?

Ora c’è anche una buona notizia ed è proprio degli ultimi giorni: nel 2018 gli italiani hanno acquistato una quantità di frutta e verdura come non succedeva da 20 anni. E’ quindi arrivato il momento di evolversi ed iniziare ad imparare le tecniche di vendita e di marketing che ti permetteranno di cavalcare l’onda di salutismo che sta per arrivare: meno cibo spazzatura, più cibo sano e quindi più frutta e verdura. Se ti farai trovare preparato potrai sbaragliare la tua concorrenza e svuotare il tuo banco o far si che il tuo negozio venga assaltato, mentre gli altri contadini non avranno ancora venduto il primo kg di prodotto. Se imparerai e metterai in atto quello che ti dirò nel mio blog e nei miei video sarà come rubare le caramelle ai bambini, sarà come giocare a pallone quando hai 30 anni contro bimbi di 5.

Ti piace vincere facile? Allora inizia a capire quali sono i 2 principali problemi che devi affrontare quando vendi frutta e verdura.

PROBLEMA N°1: FRUTTA E VERDURA SONO QUASI UNA COMMODITY

Lo sai cosa è una commodity? Sono sicuro di no, quindi impariamo un nuovo termine.

Una commodity è un bene indifferenziato, tipo la benzina.

Ti è mai capitato di scegliere una pompa di benzina piuttosto che un’altra pensando che la benzina di una è meglio dell’altra? No! Le benzine sono tutte uguali. Quindi ci siamo capiti.

Lo so che le verdure e la frutta non sono tutte uguali, ma purtroppo per la maggior parte dei tuoi clienti lo sono o quasi, altrimenti nessuno comprerebbe per pochi centesimi in meno verdure di plastica provenienti da chissà quale paese straniero e tutti verrebbero da te.

PROBLEMA N°2: FRUTTA E VERDURA SONO VEGETALI CHE CRESCONO DA SOLI

Mi è capitato che un cliente mi dicesse:”Ma se la verdura cresce da sola?!”.

Il mondo è pieno di specie vegetali che crescono da sole, di semi che arrivano con il vento o che sono trasportati da uccelli o animali di ogni tipo e, una volta nel terreno, germinano e danno origine ad una pianta. Addirittura alcune piante infestanti nascono anche nelle crepe dell’asfalto…la natura è potente si sa. Ora questa cosa però ci viene contro perché molto difficilmente i nostri potenziali clienti sono in grado di immaginarsi tutta la fatica e tutte le difficoltà che ci sono dal momento che seminiamo o piantiamo fino a quando la raccogliamo e la portiamo in vendita. Per tanti la verdura nasce nelle cassette di plastica del supermercato. Proprio per questo motivo viene attribuito poco valore al nostro prodotto e non si è disposti a pagarlo tanti soldi. E’ molto più facile immaginare e quindi dare valore ad un tavolo di legno di ciliegio per esempio. Tanti sanno che il ciliegio è un ottimo legno, si immaginano che per averlo è stato tagliato un albero, fatto a pezzi, levigato, montato in base a delle misure ben precise e poi dipinto.

E’ più facile dare valore ad un processo del genere che alla produzione di una verdura che…tanto cresce da sola!!!

IN CONCLUSIONE

E’ un settore difficile e la concorrenza della grande distribuzione è spietata, ma si può battere. Ora che hai individuato quali sono le problematiche ti lascio riflettere su come agire. In altri articoli troverai la soluzione ed anche delle efficaci tecniche che ti permetteranno di fare molti passi avanti, ma capirai anche da solo che occorre raccontare bene il tuo lavoro e far capire tutte le difficoltà che esso comporta. Questo lo potrai fare solo se metterai in piedi un efficace sistema di comunicazione che parte dalle parole che dici quando incontri il tuo cliente ed anche da quello che scrivi sui tuoi canali di comunicazione…ah giusto tu non li hai. Non hai un sito, non hai una pagina Facebook, tantomeno un blog.

POPOLO CONTADINO EVOLVITI!!!

Agricoach – Alessandro Di Fonzo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *