Immagina che esista un sistema che ti permette di vendere i tuoi prodotti o i tuoi servizi mentre sei a lavoro in campo o in giardino ed addirittura la notte mentre dormi. Tutto automatico, lo devi impostare una sola volta e dopo di che lui lavora per te. Immagina che dopo un po’ che tu lo usi, riesci a metterlo a punto, regolare tutte le rotelline e fai si che più soldi investi in pubblicità per far arrivare i tuoi clienti al sistema automatizzato e più prodotti/servizi vendi.

Mi spiego meglio, si possono fare cose pazzesche, quindi apri bene le orecchie. Lo metti a punto, lo utilizzi per un po’ e dopo riesci a capire che se ci investi 100 euro ne ottieni 900. Più 100 euro ci metti, più 900 euro ti entrano. Ovviamente avrai dei limiti fisici, cioè magari più di tanta verdura non riesci a produrla o più di tanti giardini non li puoi fare. Ma anche a questo c’è una soluzione: puoi sempre diventare assumere persone oppure puoi prendere frutta e verdura da altri o fargli fare i servizi per te (ad esempio passi il lavoro ad un altro giardiniere e guadagni una commissione).

Ora tutto quello che ti ho detto di immaginare è realtà. La cosa più bella è che i tuoi colleghi, quelli che sono rimasti all’età della pietra e cioè il 90%, non sanno nemmeno l’esistenza di questa cosa. E’ come avere un esercito di venditori che lavora per te h24 e 365 giorni all’anno. Ed è instancabile, perché parliamo di macchine e non di persone.

Cosa serve per impostare questo sistema automatico?

Se vogliamo farla semplice te ne servono 3, se poi vuoi fare le cose in grande te ne servono 5 ma un pochino di impegno in più.

Le 3 cose base che ti servono sono:

1. Sito con e-commerce (sull’e-commerce non si vendono solo libri o telefonini, ma di tutto)

2. Una pagina Facebook (quella commerciale, non quella personale)

3. Un sistema per invio di email che si chiama AUTORESPONDER

Se proprio vuoi spaccare e distruggere la concorrenza, ne devi aggiungere 2:

4. Un blog (che lo metti nel sito)

5. Un canale You Tube dove pubblicare i video che farai

N.B. Se non te lo ricordi o se non l’hai letto dai un’occhiata al metodo S.C.A.I

Funziona così.

1. Sulla pagina Facebook fai un post in cui presenti il tuo prodotto o servizio

2. Sponsorizzi il tuo post (cioè investi dei soldi per farlo vedere a più persone possibile) scegli il tuo target o a quello che è il tuo cliente ideale. Fai la LEAD GENERATION o LA SEMINA.

3. Inviti gli interessanti ad iscriversi alla tua newsletter. Tipo…ti piacciono i miei pomodori? Iscriviti alla mia newsletter che ti tengo informato sul mio prodotto.

4. Prepari una serie di newsletter con dei contenuti che convincano l’interessato a comprare il tuo prodotto/servizio direttamente dal tuo sito di e-commerce. Non le devi scrivere ogni volta, ne prepari 4/5 le inserisci nel tuo sistema autoresponder e lui, automaticamente, ad ogni persona che si iscrive gliele invia in automatico con una tempistica che decidi tu (ad. Esempio ogni 2 giorni).

Le statistiche dicono questo: se sei convincente, ogni 100 persone che entrano nel tuo sistema automatico, 2/5 comprano il tuo prodotto/servizio. Mentre dormi, mentre sei sul trattore, mentre poti gli alberi.

Ti domanderai…ma cosa faccio col canale You Tube e il blog?

Se hai messo in piedi tutte le cose che ti ho detto prima sei già un signore, ma se vuoi con questi altri due strumenti puoi ancora migliorare le cose.

Su You Tube fai video in cui spieghi cose interessanti per il tuo potenziale cliente (ad esempio come coltivare i pomodori, come seminare le zucchine, come potare le rose e contenuti che siano comunque in linea con quello che fai). Questi stessi video li puoi inviare nelle tue email per interessare ancora di più il clienti o lasciarli su youtube a fare il loro lavoro che poi ti spiego.

Sul blog invece scrivi articoli che puoi condividere sulla tua pagina Facebook o inviare sempre via email al tuo cliente.

Entrambi, sia youtube che il blog, vengono indicizzati da Google. Lo so che non sai che significa, per farla breve immagina che Google manda in giro sul web degli spider (ragno in inglese) e cioè dei robottini che vanno ad analizzare tutti i contenuti che ci sono e quelli nuovi che vengono creati. Ad ognuno gli mette un etichetta in modo che, quando qualcuno poi effettua una ricerca per quella parola chiave, trova anche i tuoi contenuti (video e articoli blog).

Mentre Facebook funziona a pagamento, youtube e blog funzionano come si suol dire in maniera organica e cioè gratis. Ovviamente più contenuti di questo genere produci, più sali in alto nella ricerca di Google. Hai presente quando fai una ricerca sul web? Bene, ti vengono fuori un’infinità di pagine numerate dalla 1 a seguire. In genere, la maggior parte di noi, si ferma a leggere la prima o massimo la seconda, difficilmente si va oltre. Il tuo obiettivo quindi è quello di arrivare nelle prime due pagine di ricerca di Google, meglio nella prima.

Poi se vuoi fare poca fatica e non hai i ricci nelle tasche, ti frughi, ci metti i soldi e magari puoi anche sponsorizzare la tua pagina web su Google con Google ADS…ma questa è un’altra storia e te parlerò in seguito.

IN CONCLUSIONE

Il web, i social come Facebook non servono solo per vedere gli aggiornamenti del Grande Fratello o per sapere i risultati delle partite di serie A. Sono degli strumenti che ti possono cambiare la vita ed imparare ad usarli prima degli altri ti permetterà di avere degli incredibili vantaggi sulla tua concorrenza. Ovviamente ti devi impegnare, anzi di devi fare il culo (scusami la volgaritè), ma insistendo vedrai che i risultati non tarderanno ad arrivare. Se vuoi accorciare questo processo può sempre chiedermi una consulenza cliccando proprio qui!

POPOLO CONTADINO, POPOLO GIARDINIERE EVOLVITI!!!

Agricoach – Alessandro Di Fonzo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *