Nell’ultimo mese, almeno 3 persone che conosco, hanno aperto delle aziende.

Così curioso e pungente come al solito (rompicazzo direi) gli ho chiesto quale fosse la loro strategia di marketing. La risposta più gettonata è stata intanto partiamo e poi si vede…poi tanto c’è il passaparola!

IL PASSAPAROLAAAAAA??? BASTA DAI!

Il passaparola “umano” non funziona più! Sappilo!

O funziona un decimo rispetto a qualche anno fa. Anzi…rincaro la dose, ed è ancora peggio, quello negativo funziona ancora e quello positivo non funziona più!

Rifletti e pensa a quante volte un tuo amico ti racconta che è stato in un ristorante e ti consiglia di andarci e pensa quante volte ti raccontano che ieri sera siano stati proprio in locale di m…a! (completa tu la parola!)

Non è una mia supposizione, ci sono diversi studi che dicono che una persona soddisfatta di un prodotto/servizio lo racconti ad altre 3, mentre una insoddisfatta lo racconti a ben 12!!!

Capisci? Il passaparola negativo batte 12 a 3 quello positivo!

E questi sono dati vecchiotti che, in alcuni casi, sono sovrastimati riguardo al passaparola positivo. Ti spiego il perché, continua a leggere.

Al giorno d’oggi, per la maggior parte delle attività, ce ne sono talmente tante concorrenti e di livello discreto che, per essere rilevanti, bisogna sorpassare di gran lunga le aspettative generate precedentemente nel cliente. Solo in questo modo si genererà il passaparola positivo e, se riuscirai solamente ad equiparare le aspettative, non avrai fatto nulla e nessuno parlerà di te.

Immagina di andare nell’ennesima hamburgeria della tua città (oramai non se ne può più) e immagina di passare anche la serata in locale carino e di mangiare discretamente. Il giorno dopo non lo racconterai a nessuno, molto probabilmente te ne sarai dimenticato a tu stesso. Pensaci!

Affinché avvenga il passaparola positivo, durante l’intero rapporto con il cliente o durante quella che possiamo chiamare la sua esperienza di acquisto, dovrai proporre qualcosa di eccezionale e non potrai sbagliare assolutamente nulla…nemmeno una virgola o il tuo cliente non parlerà di te! Purtroppo è così!

SE SBAGLI SEI FOTTUTO!

…e se sbagli, come si dice in Toscana, sei del gatto! L’ira dei clienti frustrati si scatenerà contro di te e griderà al mondo quanto sia pessimo il tuo prodotto/servizio! Rassegnati è così!

UN CLIENTE INSODDISFATTO LO DICE ANCHE A 3000 PERSONE SUL WEB!

O meglio…la recensione negativa sarà letta fino a 3000 volte e, Jeff Bezos quello di Amazon per intenderci, ritiene che questo numero possa arrivare addirittura a 6000. In generale anche sul web è molto più facile fare una recensione negativa che positiva, molto più facile. Anzi, a volte, in caso si insoddisfazione, gruppi di persone si coalizzano per “distruggere” la malcapitata attività commerciale. Questo avviene soprattutto per le attività di ristorazione.

Il passaparola negativo è più potente perché molto spesso la cattiva esperienza d’acquisto è vista come frustrante ed è in grado addirittura di generare rammarico e rabbia che sfociano poi in quella che può essere definitiva effettivamente una vendetta. Per di più…maggiore era l’aspettativa e più grande sarà la feroce ritorsione!

IN CONCLUSIONE

Se apri un’attività non puoi pensare di puntare tutto sul passaparola positivo “umano”, è da pazzi in quanto infinitamente più lento rispetto a quello negativo.

Dovrai predisporre delle operazioni di marketing in maniera da generare, o meglio, indurre recensioni positive che metterai subito in circolo attraverso i tuoi canali di comunicazione come sito web, canale You Tube ed, ovviamente, pagine social.

Solo in questo modo potrai influenzare in maniera positiva le opinioni che i tuoi potenziali clienti potrebbero farsi di te prima di provare il tuo prodotto/servizio. Ricordati che più del 90% della gente, prima di acquistare, si informa sul web.

Ti rinnovo la possibilità, se non sai come fare e/o non vuoi perdere tempo e denaro, di contattami per una consulenza. Se saremo fatti l’uno per l’altro, magari lavoreremo insieme.

POPOLO CONTADINO, POPOLO GIARDINIERE, EVOLVITI!!!

Alessandro Di Fonzo primo ed unico Agricoach in Italia.
Alessandro Di Fonzo
Agristiere e autore del libro “Romanzo Agric

Alessandro Di Fonzo
Agristiere e autore del libro “Romanzo Agricolo” 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *