Hai presente le newsletter? Penso che per sbaglio, almeno ad una, siamo tutti iscritti ad una mailing list e cioè ad una lista in cui siamo “costretti” a sorbirci quella che è praticamente pubblicità inviata via e-mail.

Bene, contadino o giardiniere che tu sia (ma anche agronomo o perito agrario) non sarebbe male che tu apprenda cosa sia questo strumento e che, magari, inizi ad utilizzarlo.

Un AUTORESPONDER è uno strumento di marketing che ti permette di inviare e-mail ad una lista di persone che sono più o meno interessate al tuo prodotto/servizio.

Ah, non mi dire che non hai una lista di clienti o potenziali tali?!?!?!

E’ inutile che ti dica che, se non hai una lista, sei indietro come la coda del porco. Anche perché, anche se a detta di molti quello che è definitivo l’EMAIL MARKETING sembra essere quasi sorpassato, in realtà funziona ancora discretamente bene e DEVE assolutamente essere parte del tuo FUNNEL di vendita.

Su Wikipedia la definizione di AUTORESPONDER è questa: un programma che risponde automaticamente alle email. Lo puoi utilizzare pure per questo, ma in realtà, comunemente, si utilizza per inviare e-mail a liste di persone più o meno lunghe utilizzando una serie di opzioni molto interessanti come quelle che ti indicherò a seguire.

COSA PUOI FARE CON UN AUTORESPONDER?

  • PUOI PROGRAMMARE L’INVIO DELLE E-MAIL

Puoi scrivere il tuo testo, indicare la lista a cui inviarlo e scegliere di programmarne l’invio. Puoi anche produrre una serie di e-mail e pianificare di inviarle successivamente, secondo una tempistica che puoi definire in base a quella che è la tua strategia di marketing o nurturing o nutrimento (che è una delle fasi del mio metodo S.C.A.I.).

In questa maniera puoi costruire un FUNNEL di e-mail che informi, qualifichi, disqualifichi e deposizioni la tua concorrenza. Ti ricordi dell’articolo sul FUNNEL o SETACCIO? Dacci un’occhiata se non te lo ricordi o se non hai ancora letto nulla in proposito.

  • PUOI CREARE UNA LANDING PAGE

Ti starai domandando cosa c***o sia! Non è arabo, non ti preoccupare! Te lo spiego in maniera semplice: è una pagina web costruita appositamente per catturare un contatto e cioè il nome, cognome e la e-mail del tuo potenziale cliente.

Dovrai attirare il tuo potenziale cliente con un post sponsorizzato su Facebook, con una pubblicità su Google e invitarlo a lasciarti, gentilmente, la sua e-mail sulla tua pagina di atterraggio (questo proprio significa la parola inglese LANDING).

Può essere molto semplice, come quella che vedi qui sotto e che utilizzo per il mio business Agristeria.

  • PUOI PROGRAMMARE UNA RISPOSTA AUTOMATICA

All’iscrizione dico. Il classico messaggio di benvenuto che ricevi quando ti iscrivi ad una newsletter, se vuoi essere banale, oppure puoi iniziare ad introdurlo nel tuo funnel di vendita spiegandogli meglio quello che fai e il motivo e/o i vantaggi che riceverà dall’entrare in una delle tue liste.

  • PUOI ANALIZZARE IL COMPORTAMENTO DEGLI ISCRITTI

Puoi sapere tutto, chi apre l’e-mail, a che ora lo fa e quante volte la legge. In genere l’autoresponder crea un rating e cioè assegna un punteggio all’iscritto (in genere con delle stelline), che ti fa capire quanto è interessato al tuo prodotto/servizio.

Potrai quindi segmentare ulteriormente la tua lista e scegliere di inviare un tipo di e-mail a quelli più interessati e magari una versione differente a quelli che lo sono meno.

Potrai decidere a lungo andare di eliminare i contatti, che vedi che non seguono e che quindi sono assolutamente inutili al tuo fine, cioè la vendita.

CHE COS’E’ L’OPT-IN?

E’ il consenso a ricevere messaggi informativi riguardo la tua attività (occhio al GDPR, scriverò un articolo in proposito). In genere si usa il DOUBLE OPT-IN e cioè un consenso doppio. Il primo è sulla landing page, il secondo è la conferma che devi dare nella prima e-mail che ricevi nella quale devi confermare l’iscrizione. Volendo lo puoi fare anche singolo e, devi sapere, che ci sono pareri discordanti in merito.

C’è chi dice che è meglio il singolo opt-in perché è meno macchinoso, quindi è più facile raccogliere contatti. C’è chi dice che è meglio il DOPPIO OPT-IN perché in questo modo l’utente è veramente convinto e veramente cosciente di effettuare l’iscrizione.

Ti consiglio il doppio perché, di gente che si iscrive per sbaglio e che non è veramente convinta, non ce ne facciamo nulla. Sono potenziali clienti magari non in target e che quindi non sono realmente interessati ai contenuti che gli somministrerai. Di conseguenza non lo sono nemmeno al tuo prodotto/servizio.

QUALE AUTORESPONDER SCEGLIERE

Ce ne sono tantissimi. Alcuni sono gratis fino ad un certo numero di contatti inseriti. Io utilizzo in genere MAILCHIMP o AWEBER. Il primo per comodità perché ci sono abituato ed è anche piuttosto facile ed intuitivo, il secondo è meno costoso (costa solo 19€ al mese per infiniti contatti) ed è quello che ti garantisce una DELIVERABILITY migliore.

COS’E’ LA DELIVERABILITY

E’ la capacità dell’autoresponder di far arrivare il maggior numero possibile di email, evitando che finiscano nello spam o nella pubblicità ( promozioni di Gmail…tanto tutti la usano).

Più sono economici e più falliscono in questo processo, ma, ricordati che, la deliverability dipende anche da come costruisci la tua e-mail. Ma te ne parlerò in un altro articolo.

IN CONCLUSIONE

In conclusione vado a letto, sono le 22.30 di sera e sono in piedi dalle 4:00. Quindi se hai capito bene, sennò niente!

Mi tocca fare gli straordinari per cercare di evolvervi! 😉

Ovviamente scherzo e lo sai che l’Agricoach è un burlone! Come al solito, prima di incitarti ad evolverti, ti ricordo il link per richiedere la consulenza.

Chi lo ha fatto, ha praticamente raddoppiato il fatturato in poco più di un anno e, a breve, ti mostrerò le testimonianze.

POPOLO CONTADINO, POPOLO GIARDINIERE, EVOLVITI!!!

Alessandro Di Fonzo
Agricoach e autore del libro “Romanzo Agricolo” 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *